Image Background

ALLA SCOPERTA DEL LAGO D'ISEO

Creatività per il tempo libero

ALLA SCOPERTA DEL LAGO D'ISEO

ALLA SCOPERTA DEL LAGO D'ISEO

Tra i grandi laghi prealpini, il Lago d'Iseo spicca per la bellezza dei paesaggi e il fascino della propria antica storia. Posizionato a cavallo fra le provincie di Bergamo e Brescia, annovera lungo le proprie coste borghi e località altamente suggestive e dalla spiccata identità.

Con i suoi castelli, le sue torri diroccate, le contrade, le piccole chiese canoniche, Credaro, situato nella fascia orientale della Valcalepio al confine con la provincia di Brescia, può essere considerato uno straordinario museo all’aperto di cultura medievale. Nel basso medioevo ai Conti Calepio che vi fecero costruire quasi tutte le fortificazioni della zona, il Palazzo della Ragione e il castello di Montecchio. Venne fatto edificare invece dai Conti Martinengo l’altro castello, quello di Trebecco, che risale al X secolo. Una visita imprescindibile per chi voglia ammirare, intatto, un borgo fortificato medievale.

Di particolare interesse la chiesa romanica di San Giorgio, nota per per gli innumerevoli affreschi di epoche diverse tra cui quelli realizzati da Lorenzo Lotto nel 1525. Sull’arcata dell’altare è visibile San Giorgio a cavallo che uccide il drago, e in una cappella lungo il lato nord visibile anche dall’esterno compaiono una Natività con i santi Rocco e Sebastiano, il Padre Eterno sul soffitto a vela, e figure di santi ai lati. Esternamente lungo la parete nord è collocato il monumento funebre di Bertolinus Peramatus datato 1303, caratterizzato da un’insolita decorazione a fasce bicrome in pietra calcarea di colore verde di Zandobbio e pietra arenaria di Sarnico.

 

 

Costeggiando la Riserva Naturale Torbiere del Sebino si giunge a Sarnico, nella provincia di Bergamo. Il borgo si presenta come un intreccio di caratteristiche viuzze - alcune delle quali ricche di negozi - con le quali allontanarsi o ridiscendere verso il lago. Tanti gli angoli suggestivi, così come le bellezze artistiche ed architettoniche da vedere, come la Pinacoteca Gianni Bellini presso Palazzo Gervasoni, o la Torretta Civica. Deliziose le villette liberty affacciate sul lago, realizzate dall'architetto Sommaruga.

Situato nel comune di Provaglio d’Iseo, il Monastero cluniacense di San Pietro in Lamosa sorge in prossimità delle Torbiere del Sebino, da cui la denominazione “in Lamosa”. Dal 1083 al 1535 la chiesetta, donata ai monaci cluniacensi dell’abbazia di Cluny, si trasformò in monastero che svolse importanti funzioni religiose, economiche, socio-assistenziali e culturali. Il monastero fu poi acquisito dai canonici regolari di San Salvatore di Brescia, che costruirono la cappella di fronte all’entrata. Il monastero deve la sua importanza a un ciclo di affreschi sulla Vita di Gesù di autore ignoto del XVI secolo. Interessante è anche l’oratorio di epoca barocca posto all'ingresso del monastero.

Iseo, il paese che dà il nome al lago: una località deliziosa e silenziosa. Il vecchio borgo regala scorci pazzeschi. Qui si visita il palazzo dell’Arsenale, antica residenza della famiglia degli Oldofredi, che oggi ospita mostre temporanee ed eventi culturali. Bisogna perdersi negli antichi vicoli medievali per capire la vera atmosfera che si respira qui. Le forme, sproporzionate e uniche come quelle della piazza di Iseo, regalano magia e bellezza. Dopo aver visitato il centro storico, lasciati coccolare dal tramonto che si ammira dal porto. Siediti su una panchina e goditi la serenità del luogo. Qui vige un tempo rallentato, un ritmo lento che bisogna vivere per capirlo. 
Gli abitanti, legati all’acqua e alle proprie tradizioni, dicono che se conosci la parola “naet”, barca tipica dei pescatori del lago di Iseo, conosci anche il lago.

 

Dettagli programma

Proposte correlate
CHE TEMPO CHE FA

CHE TEMPO CHE FA

Fabio Fazio alla conduzione di un "classico" della tv, tra conversazioni faccia a faccia con grandi ospiti nazionali e...