Image Background

LAGO MAGGIORE: VILLA TARANTO E MOTTARONE

Creatività per il tempo libero

LAGO MAGGIORE: VILLA TARANTO E MOTTARONE
LAGO MAGGIORE: VILLA TARANTO E MOTTARONE
LAGO MAGGIORE: VILLA TARANTO E MOTTARONE

LAGO MAGGIORE: VILLA TARANTO E MOTTARONE

I giardini di Villa Taranto, situati a Verbania, tra Intra e Pallanza, sono conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e per la ricchezza di specie floreali che ospitano.

Si trova in Italia il giardino più bello del mondo e precisamente a Verbania, sul Lago Maggiore. Si tratta del parco di Villa Taranto che, secondo la classifica stilata da TheNeeds, sarebbe più bello dei famosi giardini di Versailles, che si collocano al secondo posto della lista. Nei giardini di Villa Taranto si contano circa 1.000 piante non autoctone e 20.000 varietà e specie di particolare valenza botanica. Il parco è aperto al pubblico da aprile a tutto ottobre e l’afflusso dei visitatori supera ormai le 150.000 unità l’anno.

Le fioriture si susseguono dalla primavera all'autunno, arco temporale in cui vengono organizzati anche appositi appuntamenti per omaggiare questi piccoli ma intensi prodigi della natura

La creazione di questo magnifico posto fu opera del capitano scozzese Neil Mac Eacharn, che acquistò la villa nel 1931 con la precisa ambizione di creare un giardino da sogno sulle sponde dell'amato Lago Maggiore. Il nome assegnatogli rende omaggio ad un antenato di famiglia fatto duca di Taranto da Napoleone Bonaparte. Nel 1939 il capitano Mac Eacharn, non avendo eredi diretti, decise di donare l'intera proprieta allo Stato italiano, ottenendo in cambio il permesso di essere sepolto nel mausoleo collocato al centro del parco.

Impossibile, anche solo sommariamente, rendere l'idea della ricchezza di colori, profumi ed emozioni: eucalipti, azalee, rododendri, magnolie, michelie, aceri, camelie, dalie, tulipani, fiori di loto, eriche, astri nani, ortensie, numerose piante tropicali (tra cui la Victoria cruziana), esemplari rari come la Dicksonia antartica e la Davidia involucrata.

Dettagli programma