Image Background

MILANO: MOSTRA "DE PISIS"

Creatività per il tempo libero

MILANO: MOSTRA "DE PISIS"

MILANO: MOSTRA "DE PISIS"

Il Museo del Novecento dedica un’ampia retrospettiva all’artista ferrarese Filippo de Pisis, una figura di grande rilievo del Novecento italiano e uno dei protagonisti dell’esperienza pittorica tra le due guerre. Tra vedute urbane, nature morte e fantasie marine, oltre novanta dipinti tra i più "lirici" della sua produzione sono in esposizione a Milano fino a marzo 2020.

Nato a Ferrara nel 1896, Filippo Tibertelli - in arte De Pisis, dal cognome recuperato da un avo con il quale l'artista iniziò più tardi a firmarsi - ricevette una raffinata educazione privata che incentivò il temperamento intellettuale e le inclinazioni letterarie mostrati fin da giovane. Iscrittosi alla Facoltà di Lettere all'università di Bologna, iniziò a dedicarsi contemporaneamente alla produzione letteraria e a quella artistica. Gli inizi della carriera pittorica furono influenzati in modo fondamentale dall'incontro avvenuto a Ferrara nel 1916 con Carlo Carrà e i fratelli Giorgio De Chirico e Alberto Savinio, che lo orientarono verso i modi della Pittura metafisica, di cui si sentì l'eco anche durante il soggiorno romano del 1920-1924.

Stabilitosi a Parigi nel 1925, poté studiare l’arte degli impressionisti e dei fauves, che contribuì a raffinare il colorismo dei suoi quadri, già influenzato dalla pittura veneta del Settecento, e ad accentuare l’immediatezza e la liquidità del tocco, che renderanno lo stile di De Pisis unico e inconfondibile. I soggetti da lui più frequentemente dipinti, come le nature morte - specie di fiori – i  paesaggi e i ritratti recano il segno della sensazione lasciata dagli oggetti nell’animo dell’artista. Dopo alcuni soggiorni londinesi negli anni Trenta, tornato in Italia allo scoppio della guerra, si trasferì a Milano, dove la sua casa diventò punto di ritrovo di letterati, poeti, pittori, tra i quali Renato Guttuso, allora legato al movimento di Corrente. A seguito dei bombardamenti di Milano dell'agosto 1943, Filippo De Pisis si trasferì a Venezia, città da lui molto amata e ritratta. Ricoverato a causa della malattia psichica che lo aveva afflitto per tutta la vita , si spense nel 1956 a Milano in casa del fratello Francesco.

Dettagli programma

Proposte correlate
CHE TEMPO CHE FA

CHE TEMPO CHE FA

Fabio Fazio alla conduzione di un "classico" della tv, tra conversazioni faccia a faccia con grandi ospiti nazionali e...