Image Background

MONTICHIARI: CASTELLO BONORIS E PIEVE SAN PANCRAZIO

Creatività per il tempo libero

MONTICHIARI: CASTELLO BONORIS E PIEVE SAN PANCRAZIO
MONTICHIARI: CASTELLO BONORIS E PIEVE SAN PANCRAZIO
MONTICHIARI: CASTELLO BONORIS E PIEVE SAN PANCRAZIO

MONTICHIARI: CASTELLO BONORIS E PIEVE SAN PANCRAZIO

Per tutti i monteclarensi è solo il maniero che svetta sul colle più alto della città, quello che tutti chiamano «Castello Bonoris» ma che, in realtà, altro non è che una stravagante villa neogotica fatta erigere dal Conte Gaetano Bonoris alla fine del Ottocento.

Costruito tra il 1891 e il 1905 su preesistenti ruderi medievali, il castello è uno degli esempi architettonici di stile neogotico più importanti della Lombardia. Il maniero fu commissionato dal conte Gaetano Bonoris (1861-1923) per farne la propria dimora e acquisito dal comune di Montichiari nel 1996. Il castello, circondato da un vasto parco, sorge sul colle di San Pancrazio dominando scenograficamente il nucleo storico della città, con torri e mura merlate realizzate con grande attenzione ai dettagli difensivi: caditoie, saracinesche a scomparsa, fossati e ponti levatoi. Anche all’interno spicca la ricchezza dei materiali, delle decorazioni ad affresco e degli arredi d’epoca.

Non manca la sorpresa di una cassaforte segreta scoperta alla morte del Conte.

La Pieve di Montichiari è certamente tra le più antiche della Lombardia. Nata nel V-VI secolo, raggiunse l’apice della sua importanza nel secolo XII, come testimonia la costruzione dell’imponente edificio romanico che ancora oggi ammiriamo.

L’ubicazione dell’edificio, la sua straordinaria ampiezza, la scelta della pietra lavorata per la sua costruzione sono segni indubbi della sua importanza.
La Pieve è dedicata a San Pancrazio, che gli atti tardivi del martirio presentano come un giovinetto quattordicenne, venuto a Roma dalla Frigia, convertito al cristianesimo, battezzato da papa Callisto e martirizzato durante la persecuzione di Diocleziano: secondo l’iconografia locale è rappresentato come un legionario a cavallo, impugnante il bianco vessillo crociato, simbolo della fede professata con il martirio.

Dettagli programma

Proposte correlate
DOMENICA LIVE

DOMENICA LIVE

Una domenica insieme all'esplosiva Barbara D'Urso che ci trascinerà in vicende d'attualità con ospiti provenienti dal...

MERCATINI DI NATALE A BOLZANO

MERCATINI DI NATALE A BOLZANO

Il profumo: è quello di cannella e spezie, di legno di montagna e di dolci fatti in casa, di vin brulé e di abeti...